Simone de Beauvoir

Simone de Beauvoir

“Sul piano economico, la donna è vittima di una discriminazione inaccettabile quanto quella razzista condannata dalla società in nome dei diritti dell’uomo: le viene estorto un lavoro domestico non retribuito, viene adibita ai lavori più ingrati, e il suo compenso è meno alto di quello dei suoi omologhi maschi.
Tutta l’economia della nostra società patriarcale implica che la donna accetti di essere super-sfruttata. Fin dalla più tenera infanzia, viene condizionata in modo da strapparle questo consenso. E’ difficile presentare alla bambina, come una funzione sacra, il fatto di lavare la biancheria sporca e i piatti; è difficile convincerla che quella è la sua irresistibile vocazione. Ma se una donna è trattenuta in casa dai figli, immediatamente essa diventa quella casalinga a cui si estorce quasi gratuitamente la forza lavoro. Si cercherà quindi di persuaderla fin dalla più tenera età – con la parola, con l’esempio, con i libri e i giochi che le si presentano – che è votata alla maternità. Se non ha bambini non è una ‘vera donna”
Simone de Beauvoir



I commenti sono chiusi.