26 Aprile 2018: Luisa, storie di donne e di resistenza – Casa della Memoria e della Storia

Luisa, storie di donne e di resistenza

Il Coordinamento donne dell’ANPI provinciale di Roma, in occasione della ricorrenza del 25 aprile, propone un incontro con gli studenti delle scuole medie e/o superiori per sottolineare la storia della Resistenza femminile e del ruolo delle donne.

Furono molte le donne italiane che presero parte alla Resistenza e alla Guerra di Liberazione dal nazi-fascismo. Molte furono le combattenti accanto ai Partigiani, altrettante le donne di supporto con il ruolo di staffette o organizzate in gruppi di difesa.

L’incontro si terrà il 26 aprile alle ore 10 presso la Casa delle Memoria e della Storia (Via San Francesco di Sales n.5, Roma) e consiste in una lettura drammatizzata del testo “Luisa, storie di donne e di resistenza”. La lettura drammatizzata a mo’ di monologo teatrale sarà intervallata da audio e video storici, che ripercorreranno il periodo storico che va dal 1943 al 1945. Il materiale audio e video contiene le testimonianze delle Partigiane che presero parte alla Resistenza e del momento politico che si stava vivendo. L’incontro si arricchisce del lavoro compiuto da Dario Fo’ e Franca Rame, quest’ultima premio Nobel per la letteratura, i quali negli anni ‘70 hanno raccolto le testimonianze dirette delle Partigiane e dei Partigiani, che hanno preso parte alla guerra di Liberazione.

Il testo- monologo “Luisa, Storie di donne e di Resistenza” è pensato anche per la sua messinscena teatrale e parte dalla storia di una vera Partigiana bolognese, sottotenente e medaglia di bronzo, appartenente alla 7ª brigata GAP Gianni Garibaldi. Luisa è interpretata da Franca Rame nel brano Nada Pasini, la quale evoca altre vicende e donne Partigiane d’Italia. E’ solo una piccola traccia, di quella grande narrazione femminile della Resistenza ancora tutta da scrivere. Una traccia che vuole indicare il cammino coraggioso che fu intrapreso da molte donne.

Sarà presente Marita Cassan che presenterà il percorso Non Una di Meno e la figura di Marielle Franco.



I commenti sono chiusi.