Lunario della Dea

10520085_315566568611767_3745343304930389064_n

LUNARIO DELLA DEA è il primo calendario mestruale che farà la sua uscita a partire da settembre-dicembre 2014 per l’anno entrante gennaio-dicembre 2015. Nasce da un’idea di Chiara Chiostergi. E’ uno strumento innovativo e funzionale rivolto a tutte le ragazze, donne e signore alle quali si offre la possibilità di ritrovarsi a condividere un linguaggio comune di confronto e conoscenza del proprio corpo e del proprio ciclo mestruale.

Il Lunario della Dea inoltre incorpora una parte introduttiva che si arricchisce di contenuti culturali attraverso i quali la giovane donna possa “imparare” qualcosa in più su sé stessa, sulla Luna, su alcuni rimedi naturali e casalinghi (alimenti utili, ricette, infusi antidolorifici, ecc.), oltre a testi di riferimento e approfondimenti.

Da anni, anzi secoli, il ciclo mestruale viene considerato un tabù sociale, etico e culturale. Di fatto ha creato un’importante distanza comunicativa inter-generazionale, impedendo lo scambio informativo e isolando le giovani donne che iniziano a confrontarsi con questa nuova realtà. Ma si è creato anche un forte isolamento delle donne, confinate in uno spazio di silenziosa fatica personale che obbliga ad un eroismo asessuato non proporzionato alle esigenze di un corpo femminile in balia degli ormoni.
Inoltre il ciclo mestruale viene comunitariamente associato a stati morbosi, medicalizzati, più spesso relativi alle cure sanitarie, piuttosto che un’esperienza naturale di cui si deve e si può parlare anche non necessariamente ad un sanitario.

Oltre a questi aspetti più culturali, sanitari e sociali, è da considerare l’importanza dell’influsso lunare che da tempo i nostri antenati e nonni e vicini agricoltori ci insegnano: come la Luna possa condizionare tanto la natura quanto l’uomo.
In questo ambito si crea un divertente scambio di esperienze facilmente condivisibili e correlate a tale influsso.

Attualmente in alcuni circuiti di “nicchia” non è difficile trovare le cosiddette “ruote lunari”. Altro non sono che cerchi vuoti, suddivisi in 31 spicchi nei quali la donna inserisce le fasi lunari e i giorni del mese e si appunta le fasi del proprio ciclo, impara a scoprire quando ovula e che certi stati emotivi si associano a certi periodi ormonali del ciclo.
Con questo calendario offriamo una ruota lunare già completa di tutte le sue parti, ogni donna potrà segnare con facilità i propri cicli mestruali, le emozioni ad esso associate, inserendo simboli proposti nella legenda offerta.
Chiaramente non può definirsi uno strumento di “controllo delle nascite”, quanto piuttosto un punto di partenza grazie al quale abbattere un forte tabù tutt’ora presente: il sangue è sporco, puzza, mi riempie di dolori e mi rende strana; quindi meglio non parlarne.

LA NOSTRA PROPOSTA – Per questo ci offriamo non solo come committenti per un prodotto editoriale quale è il Lunario della Dea, ma soprattutto offriamo un prodotto culturale di consapevolezza, di conoscenza, di apertura, di comunicazione. Per chi fosse interessato ad approfondire il tema siamo disposte a offrire laboratori/workshop o seminari riguardanti il ciclo mestruale, condotti da una ostetrica di nostra fiducia ed esperta nell’uso della ruota lunare.

Per informazioni è possibile scrivere qui su fb o alla mail:
lunarionuke@gmail.com



I commenti sono chiusi.